10.05.19 : MU@Periferico Festival -

Periferico Festival è un festival che, negli anni, è diventato un punto di riferimento  nel panorama nazionale dello spettacolo dal vivo, un luogo stabile di confronto e di sperimentazione sulle pratiche partecipative e site-specific legate al riuso degli spazi e all’immaginazione di nuove forme di attraversamento dei territori.
MU parteciperà all’edizione 2019 in una giornata curata da Enrico Malatesta che vedrà avvicendarsi diverse pratiche ed esperienze legate al suono attraverso workshop, talk e concerti.
PERIFERICO 2019
Latitudine e longitudine di un granello di sabbia
ORE 10/17 ASCOLTA
[laboratori]
#1 a cura di Enrico Malatesta, con la partecipazione di Lucia Palladino (ore 10:00 – 13:00)
#2 a cura di Clio Casadei (ore 14:00 – 17:00)
Partecipazione gratuita a iscrizione obbligatoria
ORE 18.30 VOICESCAPES
La voce nel paesaggio, il paesaggio nella voce
[sessione di ascolto e conferenza]
di e con Renato Rinaldi, compositore e Field Recordist.
Voci minerali, attaccate alle rocce, dal ritmo ancorato alla fissità del tempo e alla vastità dello spazio. Nella registrazione delle voci degli ultimi abitanti di monti isolati e delle loro azioni, il paesaggio alpino ritorna vivo nella proiezione acustica, ridefinendosi nella sovrapposizione tra silenzio e gesto sonoro.
ORE 19.30 FIELD RECORDINGS MONOAURALI
[sessione di ascolto e conferenza]
di e con Attila Faravelli, compositore e studioso.
Proiezione di registrazioni monofoniche da un unico altoparlante. Più che un ritorno alle origini della musica concreta (pratica compositiva con suoni reali), l’utilizzo del mono è un tentativo di esplorare la percezione del suono reale, registrato in modo non prospettico, panoramico e paesaggistico.
ORE 21.30 INTERVENTI MUSICALI
RUDIMENTI [concerto] di e con Enrico Malatesta
SOLO [concerto] di e con Giovanni Lami
COMPOSIZIONE DI RETORICA [concerto] di e con Renato Grieco

 

ARTISTI

  • mala bn

    Enrico Malatesta (I)

    Percussionista attivo in ambiti sperimentali e di ricerca posti tra musica, ...

  • OLYMPUS DIGITAL CAMERA

    Lucia Palladino (I)

    Lucia Palladino è danzatrice, coreografa e ricercatrice. Si è formata seguendo autonomamente ...

  • C

    Clio Casadei (I)

    Clio Casadei si occupa di progettazione coniugando pratica intermediale e ricerca teorica. ...

  • renato_rinaldi_700x300

    Renato Rinaldi (I)

    In campo strettamente musicale si interessa alla libera improvvisazione e alla composizione, ...

  • Attila New

    Attila Faravelli (I)

    Attila Faravelli è un sound artist e musicista elettro-acustico, approccia il suono ...

  • Copia di Gio03 (by Daniele Pezzi)

    Giovanni Lami (I)

    Giovanni Lami è un musicista che lavora nel campo della ricerca elettroacustica ...

  • 2016-12-14 08.59.42 copia

    Renato Grieco (I)

    Musicista elettroacustico e compositore nato nel 1991 a Napoli. Cresciuto con una ...

INFO

T 059.8777673 / info@perifericofestival.it
La prenotazione è sempre consigliata.
I biglietti si acquistano in loco.
Tutti gli appuntamenti, ad eccezione di quelli indicati appositamente, si svolgono presso officine, case private, imprese e spazi sociali del Villaggio Artigiano di Modena Ovest.
Biglietteria e punto di partenza per il pubblico si trovano presso il Circolo Piazza, via Piazza, 72 – 41126 Modena (Mo), da lì verranno date le indicazioni per raggiungere i diversi luoghi di attività.
Per tutta la durata del festival è presente un punto ristoro / street food a cura di Lanterna di Diogene.
Tutte le iniziative sono riservate ai soci dell’Associazione Amigdala.
La tessera 2019 si può sottoscrivere in loco al costo di 5 euro.
BIGLIETTI
5 euro: Malatesta + Lami + Grieco
Ingresso gratuito: tutti i dialoghi, incontri, conferenze, dj set, laboratori
Periferico è un progetto “carbon neutral”!
Periferico è un progetto a emissioni zero approvato dal programma Climate Neutral Now delle Nazioni Unite.
Per ogni biglietto venduto la quota di 5 centesimi sarà devoluta a Choose (https://chooose.today/) per compensare le emissioni di gas-serra prodotte nella realizzazione del Festival attraverso l’investimento in progetti internazionali di sostenibilità ambientale.