Carlos

Carlos Casas (E)

Il suo lavoro è un crocevia tra film documentario, cinema, arti visive e sonore contemporanee.
I suoi ultimi tre film sono stati premiati in tutto il mondo, da Torino a Madrid, da Buenos Aires a Città del Messico, le sue opere sono state presentate in mostre collettive e personali. Ha appena concluso una trilogia dedicata agli ambienti più estremi del pianeta, Patagonia, mare di Aral e Siberia.
Attualmente sta lavorando ad un film su un cimitero di elefanti ai confini tra l’India e il Nepal. Un’anteprima di questo lavoro è stata presentata all’interno della BMW Tate Live Exhibition, alla Tate Modern di Londra. Le sue opere trattano l’idea della sopravvivenza, della morte e dell’arcaico, come un moderno esploratore. La sua ricerca audiovisiva cerca di mettere in dubbio il modo in cui comunichiamo e il nostro ambiente così mutevole, portandoci al limite dell’esperienza audiovisiva.
Nei suoi concerti unisce radio frequenze e field recording catturati sul posto, interessato da sempre ai segnali a onde corte e VLF, le loro qualità atmosferiche e il loro suono, catturate nei diversi paesaggi aggiungono un’ulteriore dimensione, creando una sorta di “percezione migliorata”.
È fondatore di Map Productions e cura Von Archives con il collega e amico Nico Vascellari.
carloscasas.net

CATEGORIA: