Janneke

Janneke van der Putten (NL)

Nata nel 1985 è un’artista visiva e cantante di base a Rotterdam.
La sua pratica coinvolge esperienze di ascolto, performance, suoni e video, documentazioni attraverso immagini, testi e tessuti, workshop, progetti musicali e la creazione di piattaforme per lo scambio culturale.
La voce è il suo strumento principale, che la guida in esplorazioni fisiche e sonore del paesaggio, attraverso le sue esperienze personali indaga le risposte (umane) a ciò che la circonda e la loro relazione con fenomeni e transizioni naturali, come l’alba.
Si è laureata con un BDes di TXT (Textile) alla Gerrit Rietveld Academy (Amsterdam, 2003 – 2009) e ha completato il suo MMus in Artistic Research, Royal Academy of Art & Royal Conservatoire (L’Aia, 2011 – 2013).
Si è formata nello stile classico nord-indiano Dhrupad con Amelia Cuni e Marianne Svašek (Berlino e Rotterdam, 2009 – 2014) e è autodidatta in varie tecniche vocali estese.

Il progetto ‘Invisible Architecture’ con Christian Galarreta è stato presentato tra gli altri alla mostra Make the Audition: Meetings Between Art and Sound in Peru, Museo de Arte Contemporáneo (Lima, 2016) and nxnwfestival (Colonia,
2015). È stata artist-in-residence al Centre international d’art et du paysage (Île de Vassivière, 2014) ed alcune delle sue mostre personali sono state All Begins With A at TENT (Rotterdam, 2015), Directed to the Sun a Quartier am Hafen (Colonia, 2017) e Quitsa a CINNNAMON (Rotterdam, 2017). Avrà presto una borsa di studio presso l’Akademie Schloss Solitude (Stoccarda, 2019).
Il viaggio di Janneke van der Putten in Italia è supportato da CBK Rotterdam (Centre for Visual Arts Rotterdam).

jannekevanderputten.nl

CATEGORIA: